Prodotti SLS e SLES: facciamo chiarezza

Negli ultimi anni stiamo tutti molto attenti ad acquistare prodotti di bellezza privi di siliconi e parabeni. Ma quanti di noi si preoccupano anche della presenza dei solfati SLS e SLES? Probabilmente chi soffre di forfora, perdita di capelli o prurito alla cute ha già approfondito l’argomento. Per tutti gli altri è arrivato il momento di farlo ora.

 

Differenze tra SLS e SLES  

Iniziamo quindi spiegando che cosa si intende con SLS o SLES. Se ci facciamo caso, ritroviamo queste sigle tra gli ingredienti più diffusi nei bagnoschiuma, nei dentifrici, nei balsami, negli shampoo e nei detergenti intimi, per auto o per pavimenti.

SLS sta per Sodium Lauryl Sulfate e costituisce un tensioattivo, ossia una sostanza capace di sciogliere sporco e impurità, al fine di facilitarne la rimozione attraverso il risciacquo con l'acqua. Purtroppo, per la sua azione sgrassante così aggressiva, questo elemento potrebbe eliminare anche ciò che invece è utile a proteggere il nostro cuoio capelluto.

SLES sta invece per Sodium Laureth Sulfate e contiene alcune molecole di derivati del petrolio. In base alla quantità presente nel prodotto, la sua capacità sgrassante risulta più o meno elevata e, di conseguenza, più o meno irritante per la nostra pelle.

 

SLS e SLES: sono pericolosi?

Uno studio condotto dall’American Cancer Society – un’organizzazione di volontariato statunitense impegnata a sconfiggere il cancro – conferma che l’uso dei prodotti contenenti SLS e SLES è irritante per la pelle ma non pericoloso per l’organismo, poiché in ambito cosmetico se ne utilizza una concentrazione molto bassa.

Tuttavia ci sono ancora diversi dubbi e preoccupazioni sui loro effetti. Sicuramente i prodotti SLS e SLES sono sconsigliati a chi ha la pelle secca o molto sensibile. Inoltre, non sono adatti per un uso quotidiano, poiché la nostra epidermide non necessita di un lavaggio così aggressivo tutti i giorni. Difatti, sia i solfati SLS che SLES rendono temporaneamente basico il pH della pelle, e pensate che il nostro corpo impiega dalle 4 alle 12 ore per riportare il tutto alla normalità!

Attenzione va fatta anche per quanto riguarda i capelli: uno shampoo contenente SLS o SLES non soltanto disidrata il cuoio capelluto, ma crea anche l'effetto contrario a quello desiderato, poiché la cute si sente scoperta ed è portata a produrre più sebo per ricostruire il proprio film lipidico. Il risultato? I capelli diventano ancora più grassi.

 

Perché dovremmo usare uno shampoo senza SLS e SLES?

I solfati sono sostanzialmente schiumogeni ad alta azione detergente. L’assenza di SLS e SLES in uno shampoo renderà la classica noce di burro che siamo soliti adoperare ad ogni lavaggio piuttosto liquida. Di conseguenza potremmo avvertire la sensazione di non lavare accuratamente i nostri capelli, ma questo non significa che lo shampoo sia inefficace, anzi! Ti diamo subito 3 buone ragioni per dimostrarti la verità della nostra affermazione:

1. affidarsi a uno shampoo privo di SLS e SLES renderà i tuoi capelli più tonici e pieni di vita, specie se fragili, delicati e secchi, o soggetti a lavaggi frequenti, evitando quindi di stressarli ulteriormente;

2. uno shampoo privo di SLS e SLES favorisce il ripristino dell’equilibrio naturale del cuoio capelluto, perché meno aggressivo sulla produzione ordinaria di sebo;

3. se i tuoi capelli hanno subìto un trattamento permanente, l’utilizzo di prodotti privi di SLS e SLES permetterà di prolungarne la durata. 

 

Il consiglio di To Be Ware

I prodotti contenenti SLS e SLES sono molto economici e producono anche molta schiuma: due caratteristiche che li rendono particolarmente apprezzati nella pulizia del corpo.

Tuttavia, questo tipo di prodotti è vivamente sconsigliato a:

• chi ha il cuoio capelluto delicato o irritabile

• chi soffre di forfora secca, forfora grassa o dermatiti

• chi si lava molto spesso i capelli.

Considera inoltre che una volta assorbite, queste sostanze vanno a depositarsi nei tessuti e negli organi interni, dove possono rimanerci per diversi giorni.

I prodotti privi di SLS e SLES detergono corpo e capelli in maniera molto delicata ma in modo altrettanto efficace e soprattutto senza alterare il pH fisiologico della nostra pelle (anche se fanno meno schiuma)!

 

Il consiglio che vogliamo darti oggi, infatti, è di non affidarti a prodotti contenenti queste sostanze perché, come abbiamo visto, sebbene siano presenti in minime quantità potrebbero arrecare danni alla salute della tua pelle, irritare il cuoio capelluto, alterare il film lipidico e aggredire la radice dei capelli, per esempio opacizzandola.

Usare uno shampoo privo di SLS e SLES potrebbe aiutarti a riscoprire la bellezza di una chioma leggera e luminosa.

Scopri la nostra linea di prodotti accuratamente privi di SLS e SLES. Siamo sicuri che troverai l’alleato giusto per te e i tuoi capelli! Parola di To Be Ware.

 

Lascia un Commento