Capelli al mare: i look da spiaggia

Tra un pic-nic improvvisato, una nuotata in piscina e una lunga giornata sotto l’ombrellone, d’estate è facile dimenticarsi di avere cura dei propri capelli. Per fortuna, farlo è più semplice di quel che si pensi e occorrono davvero poche e semplici mosse.

L’estate è la stagione che porta con sé il caldo e, che tu sia al mare o in piscina, la comodità è tutto. Attenzione però che comodità non significa trascuratezza. Di seguito vogliamo darti 3 idee di acconciature da spiaggia per legare i tuoi capelli in modo facile e comodo, senza rinunciare a un tocco chic.

Una prima acconciatura facile da fare è la classica coda di cavallo, la soluzione più gettonata dalle fanciulle con i capelli lunghi e molto più chic se completata con un piccolo foulard. Alta, bassa, liscia o spettinata a seconda delle preferenze, l’unica accortezza che ti raccomandiamo è di non stringere troppo l’elastico, perché rischieresti di spezzare i capelli. I capelli, infatti, tendono a indebolirsi sotto ai raggi del sole e ti spieghiamo perché.

coda foulard.jpg

 

Ogni singolo capello è costituito dalla corteccia interna, che racchiude proteine e pigmenti, e dalla cuticola, ovvero l’involucro che protegge la corteccia.
Il sole, così come il caldo di asciugacapelli e piastra, può desquamare il capello, provocando l’apertura delle cuticole. Questo è un bel problema, perché consente ai raggi UVA e UVB di arrivare fino alla corteccia, causando disidratazione e riducendo l’elasticitàdei capelli, che sono così portati a spezzarsi molto più facilmente.
Se il capello è già desquamato, questo processo potrebbe avvenire ancora più rapidamente. Penserai che a questo punto i tuoi capelli siano spacciati. In realtà hannoancora un’ultima possibilità: puoi ripararli con un trattamento ristrutturante.

Tornando ai nostri look da spiaggia, un’acconciatura nuovamente molto in voga sono le trecce, bellissime sia sui capelli lunghi che sui tagli medio-corti.
La treccia alla francese, in foto, si adatta perfettamente a qualsiasi occasione. La treccia a spina di pesce è un’altra variante molto amata, in grado di dare quel tocco boho-chic a qualsiasi outfit.
Altra treccia è quella all’olandese, perfetta quando si desidera raccogliere i capelli lontano dal viso, pur mantenendo un aspetto alla moda.
Anche in questo caso la nostra raccomandazione è di non stringere troppo l’elastico.  

treccia.jpg

Le possibilità di essere trendy non finiscono certo qui! Chignon e top knot restano ancora dei grandi must.

Partiamo dallo chignon, chiamato anche bun, crocchia. Le sue declinazioni sono infinite e si rinnovano a ogni stagione: doppio, alto, basso, laterale o centrale, più o meno spettinato, mini o maxi. Realizzarlo è molto semplice, ma prima di iniziare devi decidere:
• a che altezza lo vuoi
• in che posizione lo vuoi
• se lasciare una o più ciocche che ricadano sul viso dalla fronte.

A questo punto devi munirti di una ciambella, che trovi in vendita nelle profumerie. Pettina i capelli e legali in una coda di cavallo all’altezza che desideri. Infila la ciambella nella coda fino all’estremità a contatto con la nuca e avvolgi i capelli a piccole ciocche intorno ad essa, in modo da coprirla del tutto. Questo passaggio è piuttosto delicato, quindi prenditi il tuo tempo e ricordati che lo chignon, come tutti i raccolti, non richiede capelli appena lavati, perché risulterebbero troppo scivolosi. Arrivata qui devi solamente prendere un elastico per sigillare alla nuca il tuo raccolto. Il tocco finale puoi darlo con la lacca, distribuendone una generosa nuvola sul tuo capolavoro. E se vuoi personalizzarlo, puoi inserirci fiori, nastri colorati, fermagli o punti luce.

chignon.jpg 

Più grintoso, rispetto al classico chignon da ballerina, è il top knot, ossia lo chignon altissimo sulla testa, spopolato anche in passerella. Nato nel mondo dei samurai, il top knot è un look semplice e velocissimo da copiare. Pettina i capelli a testa in giù e legali in una coda alta. A questo punto, cotona le lunghezze e attorcigliale intorno all’elastico, senza stringerlo troppo, fissandole con forcine e prodotti per lo styling a lunga tenuta.

top knot.jpg 

 

Come per tutte le acconciature, i tuoi capelli un po’ ne soffriranno, ma ogni tanto qualche piccolo sacrificio si può fare, no?

Qui sopra ti abbiamo consigliato i tre look più alla moda, pur sapendo che le acconciature da sfoggiare in estate sono davvero infinite e ora hai davanti a te un’intera stagione per sbizzarrirti. 

Essenziale, dopo una esposizione prolungata ai raggi solari, è lavare i capelli con uno shampoo protettivo che aiuti a reintegrare l’idratazione persa; meglio se accompagnato da un balsamo naturale, che puoi tenere in posa anche pochi minuti come fosse una maschera, così da nutrire e rimpolpare i tuoi capelli.

Prima di chiudere, ti lasciamo con una raccomandazione: troppo sole fa male, pertanto è buona abitudine portarsi sempre un cappello o una bandana per proteggere i capelli.
A settembre potresti ritrovarti a dover fare i conti con una chioma secchissima, opaca e difficile da pettinare. Se invece adotterai le giuste attenzioni e il giusto shampoo post mare, i tuoi capelli passeranno la migliore estate di sempre!

 

Lascia un Commento