Degradé: le tendenze dell’anno 2019

Preparati a un look fresco e alla moda che rispetti la salute e la bellezza dei tuoi capelli.

Le tendenze della primavera/estate 2019 hanno segnato un grande ritorno dei colori naturali in un incantevole gioco di cromie. Dopo il rosso, anche biondo e castano si sono confermati i colori in testa alle classifiche.

La tendenza di stagione è stata il degradé, una tecnica di colorazione dei capelli frutto dell’intuizione dell’italiano Claudio Mengoni. Ideale per l’estate, il degradé permette di replicare l’effetto dei riflessi del sole sulla chioma, conferendole un aspetto molto naturale.

A differenza dei tradizionali colpi di sole e delle mèches, il vantaggio della tecnica del degradé è che personalizza le sfumature, minimizzando il fastidioso effetto ricrescita. Questo metodo nasce infatti dall’esigenza di creare un risultato naturale e graduale, lontano dal brutale e netto stacco di colore tra la base e le lunghezze.

Con il degradé i riflessi sono ravvivati, luminosi e caldi, ma senza eccessi, poiché la tecnica prevede di replicare le proprie sfumature naturali, rispettando i colori di base.

  

Il degradé non rovina i capelli

Diversamente da quanto si sia portati a credere, il degradè non rovina i capelli. Rispetto alla tradizionale tecnica di colorazione orizzontale, il degradé si esegue infatti con una colorazione in verticale, così da non rovinare il fusto. In questo modo il colore viene applicato su determinate ciocche, per un risultato che dona alla capigliatura un aspetto molto più morbido, sfumato e naturale.

Inoltre, il degradé non va a intaccare il fusto del capello, perché il riflessante utilizzato è privo di ammoniaca.

Un’ulteriore lancia spezzata a favore di questa tecnica è la sua durata, che può lasciare il colore brillante e luminoso fino a sei mesi

Tuttavia, data la particolarità con la quale viene applicata, non staremo qui a raccontartene i dettagli. Vogliamo piuttosto informarti che non tutti i parrucchieri sono qualificati per praticarla.   

Per un risultato perfetto, quindi, sarà bene che ti affidi a un parrucchiere esperto, che sappia consigliarti i riflessi migliori anche in base al tuo taglio di capelli.

 

Prodotti naturali e di alta qualità, sempre!

Naturalmente non possiamo non ricordarti che anche i prodotti utilizzati in salone sono importanti, così come importanti sono anche i prodotti che tu scegli di applicare sulla tua capigliatura. Assicurati sempre di acquistare prodotti di alta qualità e dalla formula antiossidante, specie sui capelli trattati, poiché ne prolungano la tenuta del colore e mantengono i riflessi brillanti.

A dare ulteriore spinta alle tendenze colori capelli 2019 sono i tagli, benché la tecnica del degradé doni risultati straordinari su capelli di qualsiasi lunghezza.

Sui capelli medio-lunghi, dove lo spazio su cui lavorare è maggiore, si possono selezionare molteplici nuance da applicare sulle ciocche, così da ricavare un effetto sfumato più ampio.

Al contrario, sui capelli corti, dove lo spazio su cui lavorare è minore, la soluzione ideale è impiegare pochi colori e dalle tonalità piuttosto simili.

Sui capelli ricci è consigliato invece lavorare su ciocche consistenti, così da ottenere un effetto sfumato.

Per finire, il segreto per i capelli lisci è selezionare ciocche molto sottili, così da creare giochi e sfumature cromatici.

 

Con la tecnica del degradé è possibile valorizzare i capelli a prescindere dal colore di partenza e dal fatto che esso sia naturale oppure no.

Scegliere il degradé significa quindi affidarsi a un modo nuovo di tingere i capelli, che riduca il problema della ricrescita e doni un aspetto quanto più naturale possibile.

L’obiettivo di questa tecnica, infatti, non è sconvolgere il look di una persona bensì esaltarlo, a partire dal proprio colore naturale. La nostra filosofia è che ogni persona è unica e merita di essere valorizzata per quello che è.

 

Lascia un Commento